Vai al contenuto della pagina

Informazioni Regione Sardegna

Proroga al 7 agosto 2022 dei termini per la verifica/conferma di disponibilità di strutture ricettive per l'accoglienza dei profughi Ucraini
Con Determinazione n.342 del 27.07.2022, la Direzione Generale della Protezione Civile Regionale ha prorogato al prossimo 7 agosto 2022 la scadenza dei termini dell’avviso pubblico per la verifica/conferma di disponibilità di strutture ricettive nel territorio della Regione Sardegna finalizzate all'accoglienza dei profughi provenienti dall'Ucraina.
Per maggiori informazioni e scaricare gli avvisi e gli allegati vai alla news dedicata

ASPAL: Attivi i nuovi Sportelli di prima informazione e orientamento per i cittadini ucraini
L’ASPAL, facendo seguito a quanto disposto dalla DGR n.14/16 del 29.04.2022 e agendo in supporto alla Direzione Generale della Protezione Civile della Regione Sardegna nella gestione dell’emergenza umanitaria Ucraina, ha attivato presso alcuni Centri per l’Impiego dell’isola degli Sportelli di prima informazione e orientamento rivolti ai cittadini ucraini e a tutti coloro che ne gestiscono l’accoglienza.
Gli interessati potranno:
- richiedere un appuntamento o consulenze telefoniche contattando il numero 070 77 90 895
- scrivere all’indirizzo e-mail aspal.sportelloucraina@regionesardegna.it
- recarsi presso lo Sportello del CPI più vicino nei giorni e negli orari di apertura elencati di seguito:

Centro per l’impiego di Cagliari
Viale Borgo Sant’Elia, 09126 Cagliari
Lunedì 09:00 – 13:00

Centro per l’impiego di Carbonia
Via Dalmazia, Carbonia
Mercoledì 09:00 – 13:00

Centro per l’impiego di Lanusei
Via Marconi, 101
Mercoledì 09:00 – 13:00

Centro per l’impiego di Macomer
Via Cavour 29/a, Macomer
Lunedì 14:30 – 17:30

Centro per l’impiego di Nuoro
Viale del Lavoro 28, Nuoro
Lunedì 14:30 – 17:30

Centro per l’impiego di Quartu Sant’Elena
Via A. Orrù, Loc. Sa Serrixedda, Quartu Sant’Elena
Martedì 09:00 – 13:00

Accoglienza sanitaria profughi ucraini: attivo l’ambulatorio dedicato della ASL di Cagliari
Per far fronte all’emergenza umanitaria e accogliere al meglio i cittadini ucraini anche dal punto di vista sanitario, il Servizio Prevenzione e Promozione della Salute della ASL di Cagliari ha attivato un ambulatorio dedicato a visite mediche, richiesta e rilascio del codice STP, indispensabile per l’accesso a tutti i servizi offerti dal Sistema Sanitario Nazionale.
Inoltre, grazie alla collaborazione con il Servizio di Vaccinoprofilassi ASL di Cagliari, l'ambulatorio sarà disponibile anche per la prenotazione dei vaccini anti-Covid19 e di altro genere.
L’ambulatorio, aperto dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:00, si trova al Padiglione D della Cittadella della Salute in via Romagna n.16 a Cagliari, ed è accessibile solo previa prenotazione telefonica. Infatti, i cittadini interessati possono prenotare l’accesso all’ambulatorio contattando il Centro di Ascolto C.O.S.S.I., dalle 08:30 alle 10:30 ai numeri (+39) 070 609 63 89 / 070 609 64 89.
Scarica la locandina in italiano
Натисніть тут, щоб завантажити українську версію флаєра

Università degli Studi di Cagliari: 10 Borse di studio SMILE NOW for UCRAINA
Le borse “SMILE NOW" UCRAINA, sono borse di studio biennali destinate a studenti in possesso della cittadinanza Ucraina, che risultino già iscritti a corsi di laurea o a corsi di laurea magistrale presso Università aventi sede in Ucraina: Tali studenti devono aver lasciato l’Ucraina a seguito della recente situazione di emergenza, a partire dal 24.02.2022. SCADENZA per la presentazione delle domande: 18 maggio 2022
Per maggiori informazioni visita il sito UNICA

Online la pagina della Protezione Civile Sardegna dedicata all'Emergenza Ucraina
Consulta tutte le ultime notizie, le informazioni utili e le misure attuate dalla Protezione Civile Sardegna in coordinamento con il Dipartimento Nazionale e il Meccanismo Europeo.
Vai al sito SardegnaProtezioneCivile

Emergenza Ucraina: gli Sportelli Impact tornano in presenza potenziando il servizio di orientamento di primo livello anche a supporto dei cittadini ucraini arrivati nel territorio regionale e delle famiglie ospitanti
Il servizio, realizzato nell’ambito dell’Azione 02- Promozione dell'accesso ai Servizi per l'integrazione Sportelli Informativi del Progetto IMPACT, e presente sul territorio regionale con sportelli dedicati ai cittadini stranieri soggiornanti nell’Isola, torna in presenza. Gli sportelli saranno a disposizione anche per fornire tutte le informazioni relative all'accoglienza e al supporto dei profughi ucraini e delle famiglie ospitanti, offrendo un orientamento di primo livello che consenta di indirizzare gli utenti nell’individuazione dei servizi (sanitari, lavoro, istruzione, formazione, accoglienza, anagrafe) esistenti sul territorio.

Ecco gli orari di apertura al pubblico e i contatti delle diverse sedi:

Sportello Cagliari - martedì dalle ore 10:00 alle 12:00 - via Bellini 4A - Cagliari
e-mail: impact@exfor.it

Sportello Oristano - mercoledì dalle ore 15:30 - 17:30 - Via Canepa 5 c/o Confesercenti Provinciale di Oristano
e-mail: oristano@exfor.it

Sportello Nuoro - venerdì dalle ore 10:00 alle 12:00 - Via Calamida 17 presso Spazio Giovani (Coop. sociale Lariso)
e-mail: nuoro@exfor.it

Sportello Sassari - venerdì dalle ore 10:00 alle 12:00 - Largo seminario n. 6 presso Caritas Sassari
e-mail: sassari@exfor.it

Sportello Olbia - martedì dalle ore 14:00 alle 16:00 - Molo Brin presso Museo Archeologico di Olbia
e-mail: olbia@exfor.it

Inoltre, per maggiori informazioni, è possibile contattare la sede centrale al numero di rete fissa 070 7598211, al numero +39 350 0441744 (anche WhatsApp) o tramite e-mail all’indirizzo ucraina@exfor.it, durante i seguenti orari di apertura:
- lunedì, mercoledì, venerdì dalle 13:00 alle 15:00
- sabato dalle 9:00 alle 11:00

Risponderà una mediatrice a disposizione per fornire tutte le informazioni base.
Scarica la locandina in lingua ucraina
Scarica la locandina in italiano

Crei e Acli organizzano i servizi di supporto per i profughi Ucraini e famiglie sarde ospitanti
Il Crei (Comitato Regionale Emigrazione Immigrazione) e le Acli di Cagliari e della Sardegna offrono un servizio di supporto diretto per i rifugiati ucraini arrivati in questi giorni e per le famiglie sarde che in queste ore stanno accogliendo donne e bambini.
Un’equipe di docenti, mediatori interculturali, interpreti madrelingua, psicologi, psicoterapeuti, counselor, animatori e volontari per aiutare i rifugiati e gli emigrati ucraini, ma anche le famiglie sarde che danno loro accoglienza. Per aiutare i profughi ucraini nei loro bisogni quotidiani immediati verranno attivati corsi di italiano di base, supporto scolastico e di traduzione, mentre una squadra di psicoterapeuti e counselor offrirà supporto psicologico post traumatico. Inoltre, gli operatori del CAF e Patronato sono disponibili per l’assistenza fiscale e previdenziale.
L'organizzazione non vuole limitarsi ai profughi e allarga la sua proposta agli ucraini residenti che in questo periodo vivono in uno stato d'ansia e preoccupazione. Anche le famiglie sarde che in questi giorni stanno accogliendo parenti e amici potranno richiedere i servizi di traduzione e interpretariato, nonché il sostegno per i beni di prima necessità.

Per maggiori informazioni:
Segreteria CREI ACLI
Indirizzo: Via Roma, 173, 09124 Cagliari CA
Telefono:070 8006302
E-mail: crei.osservatorioregionale@gmail.com

Segreteria ACLI
Telefono:
070 43039
E-mail: acliprovincialicagliari@gmail.com

CORSO DI ITALIANO BASE PER UCRAINI
Dieci incontri per imparare l'italiano. Le lezioni si terranno il mercoledì e il venerdì dalle ore 10:00 alle 12:00 presso la sede Acli di via Roma n.173 - Cagliari - II piano
Per info e iscrizioni:
Telefono: 070 43039
E-mail: acliprovincialicagliari@gmail.com

Unica per l’Ucraina: Corsi di lingua italiana
Nell'ambito del progetto Unica per l’Ucraina, l’Università degli Studi di Cagliari intende promuovere dei corsi gratuiti di lingua italiana per i rifugiati, vittime dell’attuale conflitto in Ucraina, che soggiornano, a partire dal mese di febbraio 2022, nella regione Sardegna. La priorità sarà riservata a coloro che si trovano nella città metropolitana di Cagliari, nelle province del Sud Sardegna, di Nuoro e di Oristano.

Le attività didattiche, sia online che in presenza, saranno organizzate congiuntamente dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali e dalla Facoltà di Studi Umanistici e avranno inizio nel corso del mese di maggio 2022.

Per partecipare, bisognerà compilare l’Application Form (LINK) entro e non oltre il 10 aprile 2022.

Avviso esplorativo per l'accoglienza dei profughi provenienti dall'Ucraina
La Direzione generale della Protezione Civile informa che l'Amministrazione intende acquisire la disponibilità delle strutture ricettive nell'ambito del territorio della Regione, per l'accoglienza della popolazione sfollata a causa della crisi in atto in Ucraina, qualora non sia possibile l'accoglienza tramite le misure ordinarie del CAS (Centro di Accoglienza Straordinario) o del SAI (Sistema di Accoglienza e Integrazione), messe a disposizione dalle Prefetture - Uffici Territoriali del Governo.
I gestori delle Strutture ricettive ospitanti possono ordinariamente esercitare l'attività
d'impresa, potendo ospitare anche altri utenti.

E' stato per questo approvato lo schema di Accordo Quadro, per il quale le seguenti Associazioni di categoria regionali hanno manifestato per le vie brevi il loro nulla osta:
- Federalberghi Sardegna
- Confindustria Sardegna
- Assohotel- Confesercenti Sardegna
- Confapi Sardegna
Sarà comunque possibile, per altre Associazioni di categoria, aderire all'Accordo Quadro.

La Direzione Generale della Protezione Civile comunicherà di volta in volta, eventualmente anche attraverso apposita piattaforma, il numero delle persone che necessitano di ospitalità e la data di check-in alle strutture ricettive aderenti individuate sulla base delle esigenze rappresentate, come verrà di volta in volta richiesto dalla Prefettura competente.
La Regione, in base alla proposta di collocazione delle persone formulata dal Prefetto competente, stipulerà un apposito contratto con la struttura ricettiva individuata, a seconda delle esigenze di accoglienza rappresentate, tra quelle che hanno dato disponibilità e provvederà al pagamento delle somme dovute ad ogni singolo operatore.
Le Strutture ricettive ubicate nel territorio della Regione che intendono manifestare il proprio interesse e in possesso dei requisiti richiesti, dovranno far pervenire la propria disponibilità esclusivamente all'indirizzo pec di posta elettronica: pres.protezione.civile@pec.regione.sardegna.it entro e non oltre il 31 marzo 2022.
Consulta l'Avviso sul sito Regione Sardegna

Arcidiocesi di Cagliari - Caritas Diocesiana
Richiesta disponibilità abitazioni/accoglienza in famiglia e/o nelle parrocchie per i profughi ucraini
Di fronte all'aggravarsi della situazione in Ucraina a causa del conflitto in corso e dell'emergenza umanitaria ad esso correlata, nel quadro dell'impegno della Chiesa in Italia per accogliere le migliaia di persone che stanno già fuggendo dalla guerra, la Diocesi di Cagliari, su indicazione dell'arcivescovo mons. Giuseppe Baturi e attraverso la Caritas diocesana, si sta attivando per garantire l'accoglienza dei profughi ormai già presenti e che arriveranno nel nostro territorio.
E' possibile comunicare la disponibilità di eventuali abitazioni in cui ospitare queste persone che fuggono dalle violenze e dalla sofferenza della guerra, e l'eventuale disponibilità di famiglie e/o parrocchie alla stessa accoglienza:
all'indirizzo mail: emergenzaucraina@caritascagliari.it
Tramite telefono ai seguenti numeri: 070-0984685 – 07052843238 – 3398468913 - 3409092612
Scarica il comunicato ufficiale
Scarica il modulo di adesione-disponibilità all’accoglienza di profughi provenienti dall’Ucraina

La Chiesa di Cagliari, attraverso la Caritas diocesana promuove inoltre una raccolta fondi per sostenere l’impegno di Caritas Italiana, accanto alla Caritas Ucraina, a favore dell'intera popolazione.
«Consapevoli delle tragiche conseguenze umanitarie di questo conflitto - sottolinea il direttore della Caritas diocesana don Marco Lai - siamo tutti chiamati ad agire attraverso atti concreti di solidarietà. L’invito è a contribuire alla raccolta fondi che andrà a sostenere l'impegno di Caritas Italiana, accanto alla Caritas Ucraina, a favore di questo popolo colpito da atroci violenze e sofferenze».

Per contribuire alla raccolta fondi si potranno da subito versare le offerte sui conti della Caritas diocesana, specificando nella causale: “Raccolta fondi emergenza Ucraina”:
BANCA INTESA SAN PAOLO intestato a Arcidiocesi di Cagliari – Caritas Diocesana Piazza Palazzo
4, 09124 Cagliari IBAN IT26 V030 6909 6061 0000 0070 158

BANCOPOSTA – intestato a Arcidiocesi di Cagliari-Caritas Diocesana, via Mons. Cogoni 9, 09121
Cagliari IBAN IT87 Z076 0104 8000 0101 2088 967

Si può contribuire anche direttamente online attraverso la sezione “dona ora” del sito Caritas Diocesiana Cagliari

Per maggiori informazioni scarica il comunicato stampa

Consolato Onorario di Ucraina
Con un comunicato stampa del 28 febbraio, il Consolato Onorario della Sardegna informa che, allo scopo di gestire l’emergenza in atto, è stata istituita l’unità di crisi per avviare una raccolta di donazioni economiche e beni di prima necessità a favore del popolo ucraino.
Il consolato invita comuni, associazioni e privati a comunicare la registrazione dei cittadini ucraini in ingresso nel territorio regionale presso il Consolato Onorario della Sardegna con sede a Cagliari.

Per informazioni utili e aggiornamenti in tempo reale consultare la pagina Facebook del Consolato Onorario di Ucraina in Sardegna

Per gestire e coordinare le molteplici azioni in corso e censire tutte le attività, il Consolato Onorario chiede a tutte le associazioni, enti e cittadini che in maniera autonoma desiderano collaborare di rivolgersi ai seguenti contatti:
Sede unità di crisi: Via Santa Margherita n.51, Cagliari
E-mail: emergenza@consolatoucrainasardegna.it
Contatto telefonico: +39 3343607104


La gestione delle donazioni economiche sarà gestita esclusivamente dal Consolato e saranno finalizzate agli aiuti diretti:
Associazione Ucraina in Sardegna
IBAN IT29E0839960280000000126051
Scarica il comunicato stampa

Come da comunicazione ufficiale del 07.03.2022, il Consolato Onorario Ucraino insieme all’Associazione Ucraina in Sardegna, comunica di aver firmato due lettere d’invito per un totale di 200 bambini ucraini della regione di Lviv (orfani e bambini privati delle cure parentali), con accompagnatori, in Italia per aiutare e migliorare la situazione in Ucraina, assumendosi la piena responsabilità di tutti i figli minorenni e dei loro accompagnatori. L’Associazione Ucraina in Sardegna è l’unica Associazione accreditata presso il Consolato Onorario Ucraina con la quale poter intraprendere qualsiasi collaborazione di qualsiasi natura per la gestione e organizzazione del gruppo di cittadini ucraini in arrivo il 08/03/2022.
Di seguito si riportano contatti dell’Associazione Ucraina in Sardegna, presso la sede del
Consolato Onario Ucrania, Presidente Dott.ssa Maria Julia Fernandez Manca
cell. +393357188784 e-mail associazione@consolatoucrainacagliari.it
Scarica il comunicato stampa

L’Università di Cagliari stanzia 200mila euro per la comunità ucraina in ateneo
Borse di studio, assegni di ricerca, esonero dalle tasse, corsi di italiano gratuiti per studentesse e studenti. Toccante cerimonia in aula magna di Studi Umanistici. “Siamo vicini ai nostri ragazzi e con loro combattiamo per la pace, l’inclusione e la cultura” dice Francesco Mola. “Vi ringraziamo di cuore” aggiunge Roksolana Vasyliuk. “Fermiamo il baratro infernale della guerra” rimarca Antonello Mura. “Siete da sempre nei nostri cuori” segnala Alessandra Carucci. Il video in esclusiva di Andriy Shevchenko.
Leggi la news sul sito UniCa

Università di Sassari: programmi di accoglienza e sostegno per gli studenti che arriveranno in Italia finalizzati a partecipare a percorsi di studio e formazione a tutti i livelli di istruzione universitaria, Corsi di Laurea, Post-Laurea e di Alta formazione
Leggi la news sul sito UniSS

Intesa tra Regione Sardegna e le Organizzazioni sindacali della pediatria di libera scelta per fornire assistenza sanitaria gratuita a tutti i minori provenienti dall'Ucraina
A seguito di dell’ emergenza umanitaria in atto , la Regione Sardegna e le organizzazioni dei pediatri di libera scelta FIMP, SIMPEF, CIPE-SISPE-SINSPE, con spirito di accoglienza, assistenza e disponibilità, hanno sottoscritto un'intesa attraverso la quale i pediatri, su base volontaria, si impegnano a fornire gratuitamente assistenza sanitaria a tutti i minori provenienti dall'Ucraina presso gli studi convenzionati siti sul territorio della Regione Sardegna e presso eventuali centri di assistenza organizzati dalla Regione stessa e dalle Aziende sanitarie coinvolte nell'accoglienza.
Il coordinamento dei pediatri disponibili sarà svolto dalla ASL competente e dai relativi Dipartimenti di Prevenzione. Infine, nell'intesa si precisa che i pediatri si impegnano a diventare parte attiva nel procurare beni e generi di prima necessità anche con l'utilizzo di fondi reperiti tramite proprie associazioni, da consegnare direttamente agli ospiti in difficoltà provenienti dall'Ucraina o alle associazioni ufficialmente riconosciute ed impegnate nell'emergenza.
Consulta la Deliberazione N. 9/29 DEL 24.03.2022 - Intesa tra la Regione Sardegna e le Organizzazioni sindacali della pediatria di libera scelta, dedicata al supporto fornito dai pediatri di libera scelta relativamente all’emergenza umanitaria in Ucraina

Dichiarazione dello stato di emergenza regionale in relazione all'esigenza di assicurare soccorso ed assistenza alla popolazione ucraina sul territorio della Regione Sardegna in conseguenza della grave crisi internazionale in atto
Dichiarato sino al 31 dicembre 2022, o comunque sino alla vigenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei Ministri del 28 febbraio 2022, lo stato di emergenza regionale al fine di assicurare il concorso del Sistema regionale di protezione civile negli interventi e nelle attività di soccorso e assistenza alla popolazione proveniente dall'Ucraina.
Consulta la Deliberazione N. 9/42 DEL 24.03.2022 - Dichiarazione dello stato di emergenza regionale in relazione all'esigenza di assicurare soccorso ed assistenza alla popolazione ucraina sul territorio della Regione Sardegna in conseguenza della grave crisi internazionale in atto e disciplina delle modalità di funzionamento del Comitato operativo regionale

  • CONDIVIDI SU: